Ai miei tempi


Periodo di grandi novita’, tante nuove uscite, e tante ne stanno arrivando.

Tornabuoni Stortignaccolo Aureo, nuovo sigaro fatto a macchina della Compagnia Toscano Sigari, ripieno di battuto con una forma diversa dal solito, dimensioni auree per questo sigaro di cui parleremo in altro articolo. Mi e’ piaciuto, questo e’ quello che conta, almeno per me ovviamente, e parallellamente il Toscano 200 della MST, in questo ordine solo per questioni alfabetiche, anche questo un sigaro italiano, fatto a mano, di dimensioni generose, in edizione limitata, e che dire, mi e’ piaciuto anche questo.

Qualcuno potrebbe storcere il naso leggendo che mi sono piaciuti entrambi, ma tant’e’, non sono un difensore dell’una o dell’altra azienda, sono solo un fumatore, e la continua lotta tra il bene e il male, scegliete voi chi sia l’uno e l’altro non mi interessa. Ci sono momenti in cui preferisco fumare una cosa, sapendo cosa aspettarmi, e altri in cui preferisco altro, che male c’e’?

In questa lotta continua sui social, senza esclusione di colpi, quello che non si vuole capire e’ che i gusti del mercato cambiano, che ricordare i sigari di 20/30 anni fa, siano essi kentucky o caraibici non ha senso.

Fumiamo quello che ora abbiamo a disposizione, ad esclusione di pochi che hanno scorte datate, e sperare che quello che oggi si trova in tabaccheria sia uguale a quello che si fumava un tempo e’ davvero ridicolo, senza contare che un’azienda, che deve fare utili non accontentare i gusti di alcuni, scelga la direzione che piu’ gli garba.

Sembra di risentire quei discorsi degli anziani: ai miei tempi…

Diminuire quel gusto amarognolo per abbracciare una platea piu’ ampia, non riesco a trovare parola diversa, puo’ essere una scelta, non da tutti condivisibile, ma che onestamente non mi dispiace, non saro’ quindi un fumatore di Kentucky duro e puro, e me ne faro’ una ragione, ma continuare a dire che coloro a cui piace il 200 non sono fumatori di kentucky e’ davvero poco intelligente, ovviamente sempre per me.

Anche inutile continuare a dire che parlare con chi si definisca neofita e quindi potenzialmente in grado di dire castronerie senza doversi giustificare sia poco edificante, sfortunatamente al di la’ di giudicare tabacchi puri, in termini qualitativi, e credo che questo lo possano fare davvero pochissime persone, costruzione e combustione/fumabilita’, il resto sia nell’ambito del proprio gusto, per cui anche il neofita puo’ dire serenamente mi piace/non mi piace.

Fortunatamente non parliamo di vaccini e loro applicazioni, in cui io non posso parlare non avendo conoscenze appropriate, e quindi dovendomi affidare a gente competente in materia, fortunatamente parliamo ancora di libere scelte d’acquisto e di consumo, ma mi rendo conto che la direzione presa, in tutti i campi sia quella di voler sempre indicare la strada.

Spesso discuto con il mio tabaccaio che accusa i social e ammennicoli di questi, per la deriva che sta prendendo il fumo lento, avendo dato parola a tutti, avendo fatto nascere una continua rincorsa a provare prodotti, e l’aver fatto diventare persone che non avrebbero mai avuto voce in capitolo persone che possono dare indicazioni.

Quello che credo io invece, e’ che dipende sempre da chi legge certe informazioni fare in modo che queste possano essere d’aiuto o meno.

Se oggi devo comprare un nuovo paio di cuffie faccio una indagine sul web, confronto offerte, pareri, e guardo recensioni, ogni cosa ha ovviamente il proprio peso contribuendo a quella che sara’ poi la scelta che andro’ a fare, e in linea di massima quello che faccio e’ sempre eliminare gli estremi, i troppo entusiasti e i denigratori, concentrandomi sui giudizi piu’ equilibrati, che supportino con dati di fatto, insomma facendo una cernita rispetto a quello che e’ il mio fine.

Per cui e’ normale che un neofita venga spinto verso alcune scelte, ma se poi quella scelta la trova adeguata al suo palato probabilmente continuera’ a seguire dei consigli, viceversa dara’ meno peso a certe affermazioni, rivalutandone altre, il tutto pero’, e quindi mi riferisco alla discussione, sara’ stata utile relativamente ad un contributo generale al mondo del fumo lento.

Insomma fumate sempre come preferite e fatevi una opinione.


Le immagini e i marchi sono dei legittimi proprietari. Non si intende sponsorizzare alcuna casa produttrice ed alcun marchio.
Si ricorda inoltre che secondo l’articolo 46 L.29/12/1990 il fumo nuoce gravemente alla salute.

Massimiliano R.

Informazioni su Massimiliano R.

Fumo dal 2001, non sono un esperto, ho un palato d'amianto. Ho attraversato molte fasi da fumatore lento, c'e' sempre qualcosa da scoprire, non bisogna fermarsi alle convinzioni altrui ma crearne di proprie, sempre pronti a cambiare idea pero'.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.