Buon 2018, resta te stesso


Buon anno, davvero.

Buon anno, che sia sereno e in salute, che e’ sempre la prima cosa. Che sia felice insieme ai vostri cari e insieme ai vostri amici di fumata.

Come sempre, quando si conclude un anno, si fanno i resoconti e si stilano i nuovi propositi.

Parliamo di resoconti fumosi, non di altro, spesso qualcuno tende a mescolare le cose, troppe i personaggi che cercano di trasformare la passione in professione, con relativo abbandono della spensieratezza adeguata.

Resoconto quindi: tanti libri letti, tante persone incontrate, tanti sigari in fumo, un diploma catadores che serve per evitare polvere alla parete.

Alla fine pero’ questo 2017 mi lascia un po’ di amaro in bocca, per aver scoperto quel lato oscuro del mondo dei sigari che non mi appartiene e che non mi piace, tante persone che si muovono e agiscono solo per un tornaconto personale, e se ci si limitasse a chi lo fa per lavoro nulla di male, ma e’ il resto dei personaggi che fanno pensare.

Alla fine ci si sta prendendo troppo sul serio, ed anche nel mio club c’e’ stato uno sbandamento, ma fortunatamente il desiderio, semplice, di fumare in compagnia, senza dover dar conto a nessuno, senza dover giustificare ogni azione, senza dover riconoscere meriti e titoli in un mondo dove non ci sono meriti e titoli, dove non e’ necessario essere primi od ogni costo per risultare felici ha preso il sopravvento.

Mi ha fatto piacere notare che le visite sul sito, nonostante un piccolo “allontanamento” del sottoscritto, dovuto proprio al desiderio di depurarsi da certi personaggi che danneggiano tutto il movimento, sono state costanti, il che mi spinge a continuare a credere che ci siano persone, tantissime, che fumano solitarie nei propri salotti e che desiderano informarsi in modo sereno e senza fondamentalismi.

Si perche’ le fazioni continuano a farsi guerra, continuano sempre piu’ a definire il proprio piccolo giardinetto, ognuno cerca di far primeggiare il proprio evento, il proprio sigaro e cosi’ via. A chi giova tutto questo? io davvero non lo so, ma continuo per la mia strada, umilmente, senza dover dar conto a nessuno e sperando che ci siano sempre persone che pensano con la propria testa.

Per cui i propositi per questo anno sono quelli di continuare a fumare quello che voglio, quello che mi piace, a costruire serate che mi allietino, senza dover dar di conto a nessuno, se non agli amici con cui condivido questa passione.

Buon anno amici di fumo.

 

 


Le immagini e i marchi sono dei legittimi proprietari. Non si intende sponsorizzare alcuna casa produttrice ed alcun marchio.
Si ricorda inoltre che secondo l’articolo 46 L.29/12/1990 il fumo nuoce gravemente alla salute.

Massimiliano R.

Informazioni su Massimiliano R.

Fumo dal 2001, non sono un esperto, ho un palato d'amianto. Ho attraversato molte fasi da fumatore lento, c'e' sempre qualcosa da scoprire, non bisogna fermarsi alle convinzioni altrui ma crearne di proprie, sempre pronti a cambiare idea pero'.

Rispondi