CARLOS TORANO Exodus 1959 Robusto – Fuma con Noi!


Carlos Torano Honduras_flag logo_lubinski
PREZZO: N.D.  Durata fumata: 65 minuti Valut.: 

CI-CTE-ROBNZ-400

Scheda Tecnica:

  • Marca: CARLOS TORANO
  • Vitola: Exodus 1959 Robusto
  • Paese di produzione: Honduras
  • Manifattura:   A Mano – Tripa Larga
  • Dimensioni: 127×38
  • Capa(wrapper) – Capote(binder) – Tripa(filler): Honduras – Honduras – Costa Rica/Rep. Dominicana/ Honduras/Nicaragua/Messico

 

Don Santiago Toraño, emigrante spagnolo a Cuba, nel 1916 iniziò la coltivazione di tabacco e la produzione di sigari. Decenni dopo, suo figlio Carlos diede un fondamentale contributo allo sviluppo della produzione introducendo nel 1960 le sementi di Piloto cubano nelle piantagioni dominicane. La lungimiranza della famiglia Toraño ha determinato lo sviluppo di coltivazioni di tabacco e di centri produttivi di sigari nei tre principali paesi caraibici. In Nicaragua , nella Repubblica Dominicana e in Honduras vengono realizzate differenti linee di produzione, ognuna con peculiarità caratterizzanti, tali da coprire nell’insieme l’intera gamma di preferenze gustative dei fumatori esperti di sigari premium.

Exodus 1959
Realizzata con tutto l’impegno e la cura adeguati alla commemorazione dell’esodo da Cuba del 1959, viene prodotta in Honduras in 3 formati importanti. Wrapper e binder honduregni, filler molto complesso formato da ben 4 foglie di provenienza messicana, costaricana, onduregna e nicaraguense. Confezioni originali ed eleganti con i sigari disposti su tre vassoietti di legno.

Dal sito Lubinski

 

File_001 File_002
File_003(1) File_004

Iniziamo con il dire che si tratta di un robusto box-pressed, formato che non amo particolarmente, sicuramente orientato per il mercato USA, formato che attualmente non e’ neanche piu’ in vendita in Italia, ma di cui alcune tabaccheria sembrano ancora ben fornite.

Linea Exodus, come riportato in alto che commemora la partenza da Cuba, anilla molto carina e curata. Colorado Maduro, costruzione eseguita bene, venature present alla vista ma del tutto assenti al tatto, capa molto molto sottile…

Il sigaro ha un ripieno formato da foglie provenienti da diverse Nazioni, il sito del distributore italiano parla di 4, altri siti di 5, insomma un blend davvero complesso. Riempimento uniforme, nessun vuoto evidenziato.

Aromi a crudo, devo confessare, non no ho percepiti tantissimi, terra e legno, ma poco piu’.

Come al solito ho bucato il sigaro, non e’ stata una scelta felice, il buco ha generato durante la fumata lo scollamento di parte della capa, un vero peccato, certo nessuna influenza sulla fumata, solo qualche fastidio per ripulire la testa.

File_005 File_006
File_007 File_008
File_009

Accendiamo.

Il fumo e’ da subito molto denso e corposo, gli aromi che vengono recepiti sono quelli iniziali a crudo, terra, legno, erba bagnata, ma ad un livello molto blando.

Una piccola nota pepata arricchisce il tutto. la cenere risulta molto friabile, qualche piccola correzione al braciere per pareggiare il tutto.

Il profumo del fumo e’ molto gradevole.

I terci si susseguono ma la fumata non decolla in modo netto, direi che e’ una fumata piatta, gli aromi sono troppo lievi, anche la persistenza non e’ importante.

Forza media per un sigaro che non mi lascia molto da ricordare.


Le immagini e i marchi sono dei legittimi proprietari. Non si intende sponsorizzare alcuna casa produttrice ed alcun marchio.
Si ricorda inoltre che secondo l’articolo 46 L.29/12/1990 il fumo nuoce gravemente alla salute.

Massimiliano R.

Informazioni su Massimiliano R.

Fumo dal 2001, non sono un esperto, ho un palato d'amianto. Ho attraversato molte fasi da fumatore lento, c'e' sempre qualcosa da scoprire, non bisogna fermarsi alle convinzioni altrui ma crearne di proprie, sempre pronti a cambiare idea pero'.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.