Evocazione e ricordi…


Evocazione e ricordi…

Caro lettore, ti vorrei raccontare in pochi righi una mia esperienza.

In un tardo pomeriggio, al calare delle tenebre, mi venne voglia di fumare, aprii il mio humidor ed estrassi un sigaro (per me sconosciuto!), presi il mio taccuino, in cui annoto le mie impressioni, ed iniziai…

Si comincia, come al solito, dall’analisi a crudo: rigiro il sigaro dal lato del piede, respiro profondamente, lo odoro una, due e poi tre volte ancora, fino a quando non avverto un lieve odore erbaceo.

Questo sentore fresco, come di un prato in primavera, investì le mie narici, e come fresca rugiada del mattino, che ricorda la notte trascorsa, mi rievocò giorni passati. Rimembro della mia infanzia, di quando giocavo nel giardino di casa dei miei nonni, coglievo le margherite e le campanule, e legandole fra loro, ne facevo piccoli bouquet, per creare infusi magici con l’acqua… che poi facevo bere al gatto, per dargli sollievo da mali inesistenti (o probabilmente causati dai miei stessi intrugli).

Ora, pensandoci sorrido, però, quando successe, una piccola lacrima mi segnò una gota… si dice che la memoria olfattiva sia la più forte, ma io questo non lo so con certezza: di una cosa sono certa, quel sigaro mi fece rivivere quei momenti spensierati e per questo è finito tra i miei preferiti!

Questo è un piccolo aforisma, che vorrei condividere:

“Nulla è più memorabile di un odore. Un profumo può essere inatteso, momentaneo e fuggevole, e tuttavia evocare un’estate della nostra infanzia su un lago di montagna. Un altro, una spiaggia al chiaro di luna. Un altro ancora un pranzo in famiglia con una teglia di arrosto e delle patate dolci durante un pazzo agosto in una città del Midwest. Gli odori esplodono morbidamente nella nostra memoria come mine terrestri cariche nascoste nella massa cespugliosa degli anni.” (Diane Ackerman)

 

Lady_M

 


Le immagini e i marchi sono dei legittimi proprietari. Non si intende sponsorizzare alcuna casa produttrice ed alcun marchio.
Si ricorda inoltre che secondo l’articolo 46 L.29/12/1990 il fumo nuoce gravemente alla salute.
Condividi...Share on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0

Informazioni su Federica D'Angelo

Mi chiamo Federica sono una studentessa di Ingegneria Meccanica ed una Pin up (Miss Pin up curvy 2016), in arte “Lady_M”. Vi chiederete il perché di questo nome: esso risale a circa un anno fa, quando fumai il mio primo cubano, un Montecristo no. 4, e nell’accenderlo, male, una ciocca di capelli prese fuoco e mi ritrovai con un’insolita frangetta! Le Pin up hanno un legame stretto con il mondo del fumo lento, infatti, la mia eroina “Dita Von Teese” suole rilassarsi, tra uno spettacolo e l’altro di Burlesque, con un buon avana.

Rispondi