Tabaccheria DUEMILA IDEE – Civita Castellana


Oggi ci fa compagnia Fabio Ventura, il titolare della tabaccheria DUEMILA IDEE, fumatore di sigari e trastullatore di pipa.

 


TABACCHERIA DUEMILA IDEE

Sede: Via della Repubblica 84 – Civita Castellana – Viterbo

Recapiti telefonici: 0761541030  3346689422

Informazioni web:

Mail:               fabio-ventura@libero.it

Social:

FACEBOOK: https://www.facebook.com/tabaccheria.idee

Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti

 


IMG_5125

Benvenuto Fabio, ci Vuole raccontare qualcosa sulla Sua Tabaccheria? da quando è aperta? i servizi che offre in generale e quelli dedicati agli appassionati di fumo lento (sigari)?

La mia storia inizia per amore, per mia moglie e di conseguenza per il lavoro di tabaccaio. La sua famiglia aveva già una tabaccheria, dove ho potuto muovere i primi passi e dal 2000 sono titolare della mia rivendita. La rivendita offre vari servizi:ricariche telefoniche,postepay,servizi inps,pagamento bollettini,pagamento f24,francobolli,valori bollati,biglietti ed abbonamenti trasporto locale e treni fs,trasferimento di denaro,in piu settore giochi con ricevitoria superenalotto,sala slot e chiaramente gratta e vinci.ma la cosa piu interessante e’ che nella zona oramai siamo divenuti un vero e proprio punto di riferimento nel mondo del lento fumo.il locale che si articola su circa100 mq e’ al 70% invaso da prodotti da fumo trattiamo pipe,MASTRO DE PAJA,BREBBIA,PETERSON,AMORELLI,BC,ANATRA E CAMMINETTO,humidor per tutte le tasche tra cui gli ADORINI,accendini,DUPONT,MION,BREBBIA,LUBINSKY,RONSON,ZIPPO,PORCHE DESIGNER,PRINCE e tanti altri,tagliasigari,portasigari ed accessori vari per fumatori di medio ed alto livello,in piu’ da circa cinque anni visto la mia grande passione per l’enologia trattiamo circa 200 etichette tra rum,wisky,armagnac,cognac,calvados,bollicine e birra. Siamo dotati di 3 armadi uno dedicato solo ai TOSCANI, altri 2 esclusivi per cubani e caraibici in genere

Ci Vuol descrivere un po’ il Suo percorso di appassionato di sigari, ripercorrendo le tappe salienti della Sua passione, da quando hai iniziato a fumare sino ad oggi? insomma come si è appassionato al sigaro? Chi le ha trasmesso l’amore per la cultura del tabacco?

Il mio percorso e’ iniziato nel 2000 con l’acquisto della rivendita avevo 25 anni ed inizialmente iniziai solo esclusivamente per necessita lavorative fumando in primis tutti i prodotti che a quel tempo aveva DIADEMA,e la maga di AREZZO, poi lentamente alternavo sigari toscani,di li a poco iniziai a percepire le varie differenze specifiche di ogni terroir, allora iniziai a documentarmi sia in internet che leggendo svariati testi”sacri”in materia cercando di iniziare a scoprire tutti i tipi di tabacchi esistenti sia per la pipa che per il confezionamento di sigari e proprio per questo,anche se ho dei manufatti che apprezzo notevolmente e li sento nelle mie corde , mi definisco un fumatore globale, aperto a tutto senza alcun preconcetto e pregiudizio.

Ha conseguito delle Certificazioni? quali?

Sono svariati anni che sono considerato SPECIALISTA per quanto riguarda i toscani e DAVIDOFF POINT, come certificazioni sono SOMMELIER,in piu’ ho conseguito 3 attestati con DAVIDOFF,ed ho svolto un diploma specifico AIS su abbinamenti tra sigari e distillati,a breve dovro’ fare anche il corso per i cubani con DIADEMA.

IMG_5163

Come puo’ nascere la passione verso il sigaro e quali sono le prime cose che le vengono in mente quando pensa ad un sigaro?

LA PASSIONE nasce innanzitutto dal fumare poco ma di qualita’,la grande storia,il grandissimo lavoro artigianale,le tradizioni il piacere di poter condividere esperienze  degustative con altre persone ne fanno sicuramente un notevole valore aggiunto non trascurabile, senza chiaramente reprimere anche le bellissime fumate in solitario immerso nei veri pensieri della giornata danno la  possibilita’ di riflettere e meditare.

Come valuta il movimento del fumo lento in Italia? Che tipo di prospettive immagina nel breve e lungo periodo per i fumatori?

Negli ultimi anni in italia si sta crescendo molto grazie anche ad internet,ai social,ed alla grande preparazione degli addetti di settore,i clienti hanno bisogno di chi li possa consigliare,i prodotti sono svariati ed ognuno a proprie peculiarita’.Grazie anche alla nascita di tantissimi cigar club dove si fuma,ma si fa anche cultura sui prodotti vedo con piacere che la gente si appassiona ad una fumata lenta,consapevole,appagante,ricca di un fascino intrinseco.

Fumare un sigaro lo considera un atto ancora appartenente ad una elite, o e’ un mondo accessibile a tutti?

Esistono sigari per tutte le tasche,ed anche con pochi soldi e possibile fare grandi fumate,poi non necessariamente bisogna fumare 10 sigari al giorno. E’ sempre meglio puntare sulla qualita’ e non sulla quantita’.

IMG_5112

Come valuta la divisione che si sta creando tra i fumatori data dal preferire cubani o caraibici? Riesce a descriverci sinteticamente quali sono secondo lei pregi e difetti degli uni e degli altri?

Chiaramente i puros cubani hanno il suo fascino,la sua storia ,il fascino determinato dai prodotti dell’isla grande,la spettacolare evoluzione durante la fumata ne fanno sicuramente un punto di forza, al contrario non sempre in un box si trovano manufatti perfettamente uguali,si possono inoltre avere problemi di tiraggio ,ma nel complesso affermiamo che il purista e affascinato anche da tutto cio’. Per quanto riguarda gli altri caraibici in genere ed in particolar modo negli ultimi tempi devo dire che sono in ascesa, sono molto curati nella presentazione e fanno molta piu’ presa nei neofiti complice anche il livello di prezzo piu’ abbordabile anche se a loro svantaggio peccano un po’ nella continuita e nell’evoluzione durante la fumata ma nel complesso hanno un’ottimo rapporto qualita’/prezzo.

Predilige delle marche di sigari in particolare?

Personalmente essendo onnivoro ve le elenco nelle varie declinazioni,TOSCANO,NOSTRANO DEL BRENTA,MONTECRISTO,PARTAGAS,RAMON ALLONES,MY FATHER CIGARS,JOYA DE NICARAGUA,OLIVA,DAVIDOFF MILLENNIUM BLEND,DAVIDOFF PURO DE ORO.

Quale è il Suo approccio verso un neofita del fumo lento che chiede consiglio su cosa fumare?

In primis far sentire il cliente a casa sua,dedicargli piu’ tempo possibile,cercare di capire le sue esigenze e quello che cerca nella sua fumata,chiedergli il tempo che ha a disposizione,poi una volta spiegate le famiglie capire da cio’ che vuole iniziare e solo in quel momento consigliargli un sigaro adatto. generalmente per ogni terroir ho prodotti piu’ semplici per inizializzare il cliente alle prime volute di fumo,poi la volta successiva in base a cio’ che mi dice si cerca insieme di condividere un percorso sempre e comunque per piccoli passi.

Come valuta le informazioni che circolano in rete di esperti e pseudo esperti che consigliano questo o quel sigaro?  E come valuta siti come il nostro relativamente all’apporto che possono avere all’avvicinamento al fumo lento?

Le info sono di grande aiuto inoltre hanno la facolta’ di interessare ancor di piu’ l’utente finale comunque in linea di massima consigliare un prodotto e sempre molto difficile se non si conoscono le abitudini del cliente finale,e facile dire che un beike e un’ottimo sigaro ma potrebbe essere non compreso da un neofita. Il sigaro come un buon rhum ha lo stesso metro di paragone,far bere un agricoole ad uno che beve solo zacapa intendiamoci sono 2 stili diversi tra loro,quindi e’ bene raccogliere notizie su internet ma va sempre valutato il tutto con chi ti segue piu da vicino comunque nel complesso sono favorevole a tutti questi siti.

IMG_5117

Come valuta la preparazione dei tabaccai (in media) rispetto al prodotto sigaro?

Tutti i tabaccai che trattano sigari di un certo livello li reputo molto preparati, principalmente chi tratta sigari deve necessariamente fare degli investimenti, quindi , per forza di cose deve essere appassionato e di conseguenza esperto in materia.

Ci vuole raccontare un aneddoto simpatico di un cliente che ha acquistato sigari  presso la sua rivendita?

Aneddoti simpatici devo dire non capitano, ma di frequente gira gente mai vista prima, solo esclusivamente per chiedere prezzi di prodotti di nicchia tra i marchi dei puros ed in particolar modo dell’esplendidos di cohiba, probabilmente per fare un paragone prezzi con prodotti di dubbia provenienza.

Ci racconta lo stereotipo di cliente che acquista solo cubano, solo caraibico e solo toscano?

Devo dire che negli ultimi anni vedo sempre piu fumatori globali, ai clienti piace variare i prodotti anche se come sigari per tutti i giorni hanno sempre il TOSCANO, piu robusto,piu pratico,da fumare anche ammezzato,ultimamente anche il NOSTRANO DEL BRENTA,che visto la sua tendenza avanina e’ molto apprezzato da fumatori giovani di caraibici

Vuole aggiungere qualcosa?

La nostra missione e’ quella di poter trasmettere interesse, cultura, passione, la voglia di poter condividere tutto cio’. Proprio per questo motivo da circa 2 anni e’ nato il CIGAR CLUB BACCO&TABACCO ,vantiamo circa una ottantina di iscritti ed organizziamo ogni mese e mezzo circa, cene con abbinamenti a sigari, distillati, bollicine e tutto cio’ che gira attorno a questo meraviglioso mondo.

Siamo riusciti ad organizzare numerosi eventi ed abbiamo avuto la fortuna di avere con noi la presenza di molti personaggi,tra cui VINCENZO DE GREGORIO,per gli amazon,MASSIMO ZERBO,per il nostrano del brenta,STEFANO FANTICELLI, per i toscani, nonche’ molti rappresentanti del settore distillati. per ora vi saluto e se vi trovate a passare di qua ….veniteci a trovare sara’ un piacere conoscerci.

 


Le immagini e i marchi sono dei legittimi proprietari. Non si intende sponsorizzare alcuna casa produttrice ed alcun marchio.
Si ricorda inoltre che secondo l’articolo 46 L.29/12/1990 il fumo nuoce gravemente alla salute
Condividi...Share on Facebook
Facebook
199Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
0

Rispondi